Tag: Donne

“Caffè senza zucchero”, Chiara Rolandelli

Titolo: Caffè senza zucchero
Autore: Chiara Rolandelli
Editore: GoWare
Collana: Pescirossi
Genere: romanzo
Formato: copertina flessibile
ISBN:  978-8867977079
Anno: 2017
Pagine: 226
Prezzo cartaceo: 12,99 €
Prezzo ebook: 6,99 €
Link all’acquisto

Quando ho letto la presentazione di questo romanzo ho immediatamente pensato ai libri di Sophie Kinsella: una protagonista che sembra uscita da una fiaba moderna, una vita che scorre lieta e senza un grinza e l’inaspettata, improvvisa crisi che sembra scombinare tutto quanto. Gli ingredienti per una lettura piacevole e leggera sembrano esserci, insomma.

Il matrimonio può essere davvero bello, soprattutto quando si è spose novelle e felici, e quando il marito in questione, oltre a essere un uomo dolce e affidabile, è pure un ottimo cuoco. Violante ha trent’anni e per lei sembra andare tutto a gonfie vele, tra amiche, biscotti e un po’ di sano shopping, che non guasta mai. Il sogno più bello della sua vita sembra proprio essersi realizzato. E poi, come potrebbe essere altrimenti, dopo soli tre mesi di matrimonio?  Per Violante non rimane altro da fare che arredare la propria casa nel migliore dei modi continuando a fare il suo adorato shopping e magari provare ad avere  un bambino.  Facile, no?

Peccato ci sia solo un piccolo tassello fuori posto: Violante è una casalinga e stop. Non ha un lavoro stabile ma solo una collaborazione in una scuola di lingue per stranieri, quindi non contribuisce economicamente alle spese familiari. Per di più non riesce a trovare un’attività così facilmente, nonostante le sue ricerche.  Una mantenuta, quindi, come sosterrebbe qualcuno. Oppure una donna insulsa senza carriera davanti. Beh, poco male, in fondo suo marito è un ottimo chef, e di lavori ne ha ben due!  Le cose si complicano, purtroppo, quando nasce il primo spiacevole screzio nel suo perfetto rapporto di coppia e, come se non bastasse, Violante viene licenziata in tronco dal suo lavoro nella scuola. E su suo marito, almeno per il momento, non può più contare.  E ora? Come può solo pensare di avere un bambino? O di fare shopping come prima? O di finire di arredare la propria incantevole casetta con tanti incantevoli oggetti? Finora erano sempre stati questi gli unici rosei pensieri di Violante. Ma per fortuna, almeno ci sono le amiche.

Se ti capiterà di leggere questo romanzo d’esordio di Chiara Rolandelli non mancare di scrivere un commento per farci sapere come l’hai trovato. 😉

Con un sorriso,
Antonella Arietano

“Le ali della vita”, Vanessa Diffenbaugh

Le ali della vitaTitolo: Le ali della vita
Autore: Vanessa Diffenbaugh
Editore: Garzanti
Collana: Elefanti bestseller
Genere: romanzo
Formato: Copertina rigida con sovraccoperta
ISBN: 978-8811671046
Anno: 2015
Pagine: 334
Lo trovi su Amazon

Il primo romanzo di Vanessa Diffenbaugh, “Il linguaggio segreto dei fiori“, mi aveva catturata, regalandomi emozioni forti e durature. Non potevo non leggere il secondo lavoro di questa scrittrice, desiderosa di scoprire se sia riuscita a mantenere il tocco magico del suo primo bestseller.

“Le ali della vita” è senz’altro un buon libro. Si legge volentieri, riesce a mantenere viva l’attenzione del lettore, presenta una trama non scontata e personaggi vividi e ben costruiti. Non mi ha avvinta quanto “Il linguaggio segreto dei fiori”, ma posso asserire di averlo apprezzato parecchio.

Letty fugge nella notte per andare a riprendere sua madre, recatasi in Messico a sua volta per riportare a casa il padre. La cosa più grave è che la donna ha lasciato a casa da soli i suoi due figli, Alex di quindici anni e la piccola Luna di sei. Dormono, non si sono accorti che la mamma è partita… non ancora.

Letty deve riportare a casa sua madre perché sa che senza di lei non potrà mai farcela. Non si sente in grado di crescere i suoi figli; sua madre, Maria Elena, ha sempre pensato a tutto, e in più lei deve lavorare. Si può quindi immaginare il suo dolore e la sua frustrazione quando, raggiunti i genitori in Messico, scopre che hanno deciso di restare laggiù. Il padre non vuole più fare ritorno in California, dove peraltro soggiorna senza regolare permesso, e la moglie vuole restare con lui. Letty dovrà cavarsela per forza.

Al rientro a casa inizia una lotta quotidiana per adempiere a quei doveri di madre che per troppo tempo sono stati appannaggio di Maria Elena. Piano piano la sua fiducia nelle proprie capacità aumenta, di pari passo con il rafforzarsi dei suoi legami con Alex e Luna. (altro…)

[Top]

Felicità è un pizzico di noce moscata, Maria Goodin

Felicita_noce_moscataTitolo: Felicità è un pizzico di noce moscata
Autore: Maria Goodin
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pandora
Genere: romanzo
Formato: Copertina rigida con sovraccoperta
ISBN: 978-88-200-5391-8
Anno: 2013
Pagine: 310
Lo trovi su Amazon

Meg non conosce nulla della propria infanzia. O meglio, conosce ciò che le ha raccontato sua madre, Valerie, ma come credere alle sue storie? Sono assurde!
Tra i vari aneddoti che la donna ama narrarle c’è quello secondo cui da piccola Meg era così dolce che bastava intingere un suo ditino nella tazza per zuccherare il tè; oppure che alla nascita era così piccola che il medico aveva suggerito di metterla nell’asciugatrice affinché crescesse un po’; o ancora, che suo padre, gran pasticcere francese, era morto mentre cucinava una torta perfetta. Insomma, impossibile credere a una sola parola!

Meg torna a casa di sua madre perché quest’ultima è molo malata, non le rimane molto da vivere. La ragazza vuole rimanerle accanto e nel frattempo vorrebbe riuscire a comprendere meglio il proprio passato, obiettivo pressoché irraggiungibile dato che Val elude qualsiasi domanda in tal senso, ritornando sulle sue storie incredibili. Il fidanzato di Meg, Mark, la sprona continuamente affinché riesca a venire a capo della sua vita; è un fisico, lui, concreto e pragmatico. Niente favole. Solo fatti.

Chi invece sembra badare molto più alla poesia delle cose piuttosto che alla fisica è il giardiniere assunto da Valerie per aiutarla con il suo giardino e con l’orto, Ewan. Ewan sembra vivere in un mondo anche più folle di quello creato da Valerie, e questo rende Meg molto restia ad accettare la sua presenza. Almeno all’inizio… (altro…)

[Top]

L’estate senza uomini, Siri Hustvedt

L'estate senza uomini

L’estate senza uomini

Titolo: L’estate senza uomini
Autore: Siri Hustvedt
Genere: Romanzo
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Formato: Rilegato
Anno: 2012
Pagine: 160
ISBN: 9788806210748
Lo trovi su Amazon

“L’estate senza uomini” non mi ha appassionato, in effetti pur essendo “snello” in termini di pagine ci ho messo più tempo del solito a finirlo. Narra l’estate di Mia, poetessa di cinquantacinque anni, lasciata dal marito per una giovane donna francese, che decide di passare le vacanze in una casetta in affitto nella cittadina di Bonden, in Minnesota.

Il tradimento del marito Boris ha gettato Mia nella disperazione, tanto che ha dovuto essere ricoverata in un ospedale psichiatrico a causa di un esaurimento nervoso. Una volta guarita decide di riprendere in mano le redini della propria vita, per questo si concede una lunga vacanza, durante la quale terrà compagnia alle anziane amiche della madre e darà lezioni di poesia a un gruppo di ragazzine adolescenti. Nei tre mesi estivi Mia impara a bastare a sé stessa, stringe una bella amicizia con la giovane vicina di casa, Lola, e coi suoi due pargoli, e ha un interessante scambio di mail con un utente anonimo che si firma semplicemente “Nessuno”. Inizialmente le conversazioni con questo misterioso personaggio la inquietano, anche perché lui sembra volerle ricordare la sua inettitudine, ma piano piano si fanno più interessanti, condite di dissertazioni filosofiche. (altro…)

[Top]

“L’uomo che attraversò il tempo per me”, Francesca Borrione

L'uomo che attraversò il tempo per me

L'uomo che attraversò il tempo per me

Titolo: L’uomo che attraversò il tempo per me
Autore: Francesca Borrione
Genere: Romanzo
Editore: Triskell Edizioni
Collana: Pink
Formato: Elettronico
Anno: 2013
Pagine: 262
Prezzo: € 5.99
Lo trovi su Triskell Edizioni

Selma vive nel suo mondo. Nessuno può accedervi, perché lei non si fida praticamente di nessuno, ad eccezione della sua amica del cuore, Laura. Selma vive a New York, ma non esce mai, nemmeno il sabato sera: preferisce trascorrere le serate in casa, rannicchiata in una calda coperta davanti alla televisione, guardando un bel film e sgranocchiando biscotti. Aspetta il principe azzurro, perfetto come solo i principi sanno essere, ma in fondo sa bene che non arriverà mai. Si lascia vivere, trascinandosi appresso il peso ingombrante di passati dolori, dedicandosi con impegno al lavoro presso una nota emittente televisiva per la quale legge e seleziona proposte di programmi e serie tv.
Il suo “uomo ideale” è incarnato nel personaggio di Kyle Reese, protagonista di “Terminator”. Ecco, lui ricalca perfettamente quell’ideale di perfezione cui lei aspira. (altro…)

[Top]

Finché le stelle saranno in cielo, Kristin Harmel

Finché le stelle saranno in cielo

Finché le stelle saranno in cielo

Titolo: Finché le stelle saranno in cielo
Autore: Kristin Harmel
Genere: Romanzo
Editore: Garzanti Libri
ISBN: 978881168411-4
Anno: 2012
Pagine: 356
Lo trovi su Amazon!

Questo romanzo di Kristin Harmel mi ha rapita: una storia avvincente, composta da una parte storica rilevante e dolorosa (l’olocausto della Seconda Guerra Mondiale), resa però in una visuale diversa, capace di far luce su aspetti che personalmente ignoravo, quale ad esempio l’impegno della comunità musulmana francese nel salvare bambini ebrei.

Hope ha 36 anni e gestisce la pasticceria di famiglia, cercando di tenere insieme il lavoro, il difficile rapporto con la figlia Annie di 12 anni e nel frattempo tentando di ricostruire la propria vita dopo il divorzio. Sua nonna, Rose, è ricoverata in una casa di risposo perché malata di Halzeimer. Quello che Hope non sa è che Rose custodisce molti segreti, provenienti da un passato lontano che però, ironia della sorte, tende a ripresentarsi alla sua mente più vivido che mai, mentre il presente diventa sempre più fosco e incerto. (altro…)

[Top]

Fortuna, il buco delle vite – Jolanda Buccella

Fortuna, il buco delle vite

Fortuna, il buco delle vite

Titolo: Fortuna, il buco delle vite
Autore: Jolanda Buccella
Editore: Ciesse Edizioni
Collana: Green
Genere: narrativa
ISBN: 978-88-6660-044-2
Anno: 2012
Pagine: 592
Lo trovi su Amazon!

“Fortuna, il buco delle vite” è il romanzo d’esordio di Jolanda Buccella, e non si può dire che non sia riuscito. La protagonista del romanzo si chiama J., ma nel corso della sua vita sarà anche Piccoletta, e infine Fortuna. Un percorso lungo e difficile, travagliato e non parco di sofferenza, che passerà attraverso sentimenti contrastanti, spesso dolorosi e in qualche occasione anche piacevoli.

J. trascorre la sua infanzia segnata dalla malattia, essendo nata con un grave difetto della colonna vertebrale che le ha lasciato una sorta di “buco” dietro la schiena. Conosce l’amore incondizionato di nonna Umberta, grazie alla quale riuscirà a camminare e a coltivare la propria autostima, ma cresce priva dell’amore di sua madre, la giovanissima Anita, incapace di accettare la sua deformità. È una bambina forte e determinata, la piccola J. La vita le riserverà numerose prove da superare, e sarà soggetta a tanti e tali cambiamenti che alla fine potrà dire di aver vissuto tre vite: quella di J., vissuta nel piccolo paese ignorante dov’è nata, quella di Piccoletta, condotta tra le strade di Roma insieme ad altri barboni, e infine quella di Fortuna, che la porterà in Ruanda, dove sperimenterà sulla propria pelle gli orrori inimmaginabili della guerra.

Ci sarà spazio anche per l’amore, nella vita di J., ma per poter comprendere questo sentimento dovrà imparare a lasciarsi alle spalle l’odio e il rancore. Sarà questa la conquista più grande.

Un romanzo che si legge volentieri, riesce a bilanciare le sue piccole imperfezioni con una trama ben congegnata  e personaggi strutturati molto bene, ricchi di sfumature. La storia è completa, possiede un certo spessore. Non si può definire una lettura leggera, dal momento che vengono toccati temi anche molto scottanti  e dolorosi (qual è ad esempio il genocidio in Ruanda), ma certamente merita.

Un’ottima prima prova per Jolanda Buccella.

Antonella Arietano

[Top]

Il rifugio dei cuori solitari, Lucy Dillon

Il rifugio dei cuori solitari

Il rifugio dei cuori solitari

Questo è davvero un bel libro: protagonisti sono i cani, certo, soprattutto quelli cui è stata negata la gioia di una famiglia, ma ci sono anche tre donne con le loro storie, donne che potresti incontrare ovunque, che conducono vite “normali” e che sono alle prese con problemi che possono capitare a chiunque. Donne che alla fine, cercando, trovano ciò di cui davvero hanno bisogno, finendo per affermare sé stesse, in un modo o nell’altro.

Rachel, una perfetta donna in carriera londinese, eredita dalla zia Dot una casa in campagna, con annesso un canile, e non solo: il “pacchetto” comprende il simpatico cagnolino Gem, amico fedele dell’anziana zia. Il momento che Rachel sta attraversando non è dei migliori: la sua decennale relazione con un affascinante uomo sposato è giunta al capolinea, ha dovuto lasciare il suo prestigioso lavoro come PR e restituire l’appartamento che occupava. Il viaggio a Four Oaks, la tenuta di Dot, potrebbe rivelarsi l’occasione per lasciarsi tutto alle spalle e decidere come riorganizzare la propria vita, ma si rivelerà essere molto di più…
Accanto a Rachel si muovono altri personaggi davvero interessanti, perlopiù donne: Natalie, sposata felicemente con Johnny, desiderosa di avere un bambino che non arriva, e Zoe, giovane divorziata alle prese con due figli e un ex marito che davanti ai bambini recita la parte del papà buono e generoso, mettendola in seria difficoltà. La stessa Dot si rivelerà una donna tutta da scoprire, a cominciare dalla lettera che lascia alla nipote nella quale accenna ad alcuni segreti che potrebbero finire per essere svelati… (altro…)

[Top]

Il linguaggio segreto dei fiori, Vanessa Diffenbaugh

Il linguaggio segreto dei fiori

Il linguaggio segreto dei fiori

Non mi capitava da parecchio tempo di commuovermi leggendo solo le prime pagine di un libro. Mi è successo con “Il linguaggio segreto dei fiori”, ed è stato l’inizio di un percorso caratterizzato da forti emozioni e grande aspettativa. Sì, perché questo romanzo d’esordio della Diffenbaugh possiede tutte le caratteristiche di un vero capolavoro, almeno secondo la mia modesta opinione.

La giovane protagonista, Victoria, ha appena compiuto diciotto anni, dovrà quindi lasciare l’orfanotrofio per cercarsi un posto nel mondo… e un lavoro. La sua infanzia è stata costellata da cocenti delusioni, solitudine e abbandono, al punto che già all’età di nove anni aveva perso ogni forma di speranza. Il suo passato è stato segnato in modo particolare da Elizabeth, l’ultima persona che l’aveva presa con sé per adottarla, l’unica che era riuscita a penetrare la sua precoce corazza di disillusione. Victoria sa di aver rovinato tutto, a quel tempo, e oggi ancora ripensa con un certo rimpianto a quei momenti felici, senza risparmiarsi un forte senso di colpa per quanto avvenuto.
Victoria ama i fiori e le piante, è stata proprio Elizabeth ad insegnarle il loro linguaggio segreto. L’incontro con Renata, proprietaria di un piccolo negozio di fiori, le offrirà l’occasione di iniziare una nuova fase della sua vita, mettendo a frutto le sue conoscenze.
La sua serenità verrà messa a dura prova dall’incontro con Grant, che lei credeva perso per sempre in quel passato troppo doloroso da ricordare. Grant porterà con sé una nuova forma di appagamento, consistente nella condivisione di sé stessi con qualcun altro; insieme a lui ritorneranno anche i ricordi, pronti per essere affrontati e ricollocati nella giusta nicchia. Ci saranno altre dure prove da affrontare per Victoria, ma alla fine scoprirà di avere davvero un posto nel mondo, e di non essere affatto sola. (altro…)

[Top]

Cenerontola, la principessa con le forme

Cenerontola, principessa all'arrembaggio!

Cenerontola, principessa all'arrembaggio!

Non capita spesso di trovare materiale davvero interessante girando per i social network, proprio per questo quando accade si finisce per essere pervasi dalla voglia di condividere la propria scoperta col maggior numero di persone possibile! A me è capitato questa mattina: sono inciampata nel video di presentazione di Cenerontola (sì, hai letto bene, CenerOntola con la o), che preannunciava l’uscita, per fine settembre, del suo libro “Cenerontola, principessa all’arrembaggio!”, edito da Il Ciliegio. Il video in questione è davvero carino, puoi guardarlo sul sito ufficiale www.cenerontola.it. (altro…)

[Top]