Dracula in love, Karen Essex

Dracula in love

Dracula in love

Un romanzo che definirei affascinante, magnetico. Un’abile rivisitazione di una storia conosciutissima, che stavolta viene riproposta nella versione di Mina Harker, la quale dichiara nel Prologo che quanto narrato in precedenza non corrisponde alla realtà dei fatti, perciò ritiene opportuno offrire la sua verità.

Lo stile della Essex è molto accattivante, pulito, scorrevole. La trama è davvero ben congegnata, anche se a partire da metà libro gli eventi sembrano precipitare gli uni sugli altri, e le informazioni che il lettore riceve diventano davvero tante, quasi troppe. I personaggi sono molto ben ritratti, completi e coerenti, il che rende la lettura molto vera, anche se la linea del romanzo è quella del fantasy. La giovane Mina Murray insegna nella scuola per signorine di Miss Hadley, a Londra. Sta per ottenere ciò più desidera al mondo: sposare il bel Jonathan Harker, giovane avvocato, e costruire con lui una famiglia. I suoi sogni, però, iniziano a turbarla sempre più: sensuali e inquietanti, sembrano proiettarla in un altro mondo, in cui ritrova un misterioso personaggio che pare seguirla ovunque. Mina ricorda bene di aver già sperimentato episodi simili da bambina, ragion per cui i suoi genitori tendevano a punirla e umiliarla in continuazione. Vorrebbe liberarsi di queste strane visioni, ma sembra impossibile.
La situazione precipita quando il suo amato Jonathan, durante un viaggio in Stiria per conto di un importante cliente, si ammala gravemente. Mina lo raggiunge, rimanendo sconcertata di fronte ai racconti deliranti del giovane, che sostiene di essere stato corrotto da alcune donne dissolute e diaboliche, che lo hanno quasi condotto alla follia. I due si sposano in fretta per far ritorno in patria, e qui Mina pensa di poter aiutare suo marito a tornare quello di un tempo e a liberarsi dei suoi fantasmi ricorrendo alle cure del dottor Von Helsinger, medico in un oscuro ospedale psichiatrico. Le carte in tavola però potrebbero rovesciarsi improvvisamente: in un’epoca in cui le donne venivano facilmente accusate di isteria e pazzia, la giovane Mina rischierà la sua stessa vita. La misteriosa entità che la segue ovunque, però, saprà intervenire al momento giusto per soccorrerla, e allora le cose prenderanno tutta un’altra piega…

Un libro decisamente ben riuscito, di genere gotico ma non eccessivo, ritengo che sia alla portata anche di quei lettori che non amano troppo le scene da film horror. Nel complesso il tono dell’autrice è piuttosto delicato, e anche nei momenti più sensuali riesce a rimanere elegante senza mai scadere. Un buon lavoro, equilibrato e piacevole. Fa venir voglia di scoprire il romanzo originale di Bram Stoker…
Per coloro che amano il mondo del soprannaturale e le antiche leggende celtiche, leggerlo è quasi un dovere! Trovo molto interessante il modo in cui Karen Essex sia riuscita a fondere la storia originale con i racconti della tradizione irlandese. Un bel tentativo, che certo ridona freschezza a una trama altrimenti abusata.

Antonella Arietano

Karen Essex, “Dracula in love”, Bompiani, 2010