Scrivere, ma soprattutto… scrivere bene! (prima parte)

Scrivere: perfetta fusione tra struttura e creatività

Scrivere: perfetta fusione tra struttura e creatività

Poco tempo fa ho avuto il piacere di fare una bella, lunga chiacchierata via Skype con un amico, Sergio Cima, che è anche autore di un interessantissimo blog dal titolo “Scrivi bene” (www.scrivibene.com). Abbiamo avuto un piacevole scambio riguardante la sottile arte di scrivere, in particolare io ho voluto conoscere  il suo punto di vista in relazione alla sua attività di blogger nel settore. Vorrei condividere con te i punti salienti della nostra conversazione, anche perché penso che il sito Scrivi bene sia davvero una risorsa validissima per scrittori esordienti, ma anche per coloro che desiderano migliorare la propria scrittura. In effetti questo blog è rivolto a tutti, indiscriminatamente! 🙂

Anzitutto una piccola osservazione, che potrebbe suonare scontata, ma non lo è affatto: oggi si scrive molto diveramente rispetto al passato. Non solo perché le penne d’oca prima e le stilografiche poi sono state sostituite dai computer, ma anche perché lo stile espressivo è cambiato notevolmente. Sergio mi diceva che secondo lui la scrittura oggi non è più un valore; spesso le persone rinunciano a scrivere perché convinte di non esserne capaci, o di non riuscire ad arrivare all’obiettivo. E proprio qui entra in gioco una prima, basilare convinzione di Sergio: i testi sono costruiti sulla base di regole più o meno stabili, rispettando le quali chiunque può realizzare qualcosa di buono. Riuscire a costruire un testo ben fatto dà una grande soddisfazione, ed accresce notevolmente la fiducia nelle proprie capacità; val quindi la pena di tentare! 😉

Sergio mi ha spiegato che cosa intende quando parla di “tecnica dello scrivere”, che ritiene valida per qualsiasi tipologia di testo. Da un lato sostiene l’importanza della struttura, che permette di “mettere in piedi” uno scritto; dall’altra riconosce la necessità di ricorrere alla creatività, per donare ad esso un’anima. Questi due aspetti, struttura e creatività, si devono combinare in maniera bilanciata, allo scopo di favorire una scrittura efficace e piacevole per chi la compie, ma anche per chi la legge!

Eh già, perché la maggior parte delle volte si scrive con l’idea di venir letti da qualcuno. A questo punto riporto una citazione ripresa da Sergio, che trovo assolutamente veritiera e che condivido:

“Quando leggi qualcosa di tuo e ti piace, dovresti spaventarti.”

Questo non significa certo che è vietato essere contenti di ciò che si è scritto, anzi! La sottigliezza di quest’affermazione è un’altra: lo scrittore che guarderà ai suoi testi con sufficiente spirito critico troverà sempre il modo di migliorarli. Non è forse così?

Ho anche chiesto a Sergio di riassumere che cosa è possibile trovare su Scrivi bene.

– Anzitutto ci sono riflessioni su ciò che lui intende per “scrivere”. Sergio ritiene, tra l’altro, che il fatto di scrivere possa ripercuotersi in maniera benefica sulla nostra mente. In che modo? L’atto di strutturare le parole scritte riflette il nostro modo di gestire i pensieri; per farti un esempio anche piuttosto banale, una scrittura disordinata potrebbe essere lo specchio di una mente forse un po’ caotica. Eseguendo quindi un solido lavoro sulla nostra scrittura agiamo anche sulla nostra mente, più nello specifico sulla nostra capacità di gestire i pensieri. Tu come scrivi? 🙂

– Sul blog troverai anche articoli del tipo “come fare a…”, sempre pratici e bene accetti! Desideri dare maggior spessore ai tuoi testi, vorresti renderli più caratteristici? Certamente tra i vari post ci sarà quello adatto, ricco di consigli utili!

– Il “piatto forte” di Scrivi bene consiste nella presentazione delle varie tipologie di testo: biografia, articolo, testo informativo, romanzo ecc. Quali elementi deve contenere una biografia per risultare efficace? E un testo informativo, come dev’essere strutturato? Che cosa devo considerare nel cimentarmi in un articolo? Sergio ha “smontato” le varie tipologie di testo, evidenziandone le caratteristiche formali, così da poterti mostrare esattamente come sono costruite, affiché tu possa a tua volta replicarle condite però della tua creatività (l’anima, ricordi?). In altre parole, esistono modelli pre-costituiti e regole, rispettando i quali è possibile scrivere in maniera più incisiva ed efficace.

Ho ancora alcune cose da raccontarti… ma prima, dai un’occhiata a Scrivi bene! Potresti già approfittare delle risorse eccellenti messe a disposizione da Sergio Cima. La prossima volta continuerò nel resoconto della nostra piacevole chiacchierata.

Con un sorriso

Antonella Arietano