Quelle decisioni che cambiano la vita

Decisioni...

Decisioni...

La storia che state per leggere ha… una storia! È nata ispirata da un concorso indetto da Piernicola De Maria, “Vinci un iPad con la tua Storia”, su www.piernicola.com. Obiettivo? Scrivere un piccolo racconto nel quale mettere in luce una decisione importante, una di quelle capaci di dare una svolta, anche piccola, alla propria vita.
Sulle prime non ero sicura di voler partecipare, però poi mi è sembrato un bel modo di definire e ribadire a me stessa il mio obiettivo… Quale obiettivo? Leggete e scopritelo! 😉

C’era una volta una simpatica ragazza che faceva il consulente finanziario.

Mmmhhh… un inizio un po’ alternativo: niente leggiadre principesse né aitanti cavalieri. Che strana questa fiaba!

La protagonista di questa storia non è di certo una principessa. È una maestra di scuola dell’infanzia, mamma, scrittrice, e dopo tutto questo consulente finanziario. Il problema è che ciò che viene “dopo tutto questo” è il mestiere che le paga uno stipendio… a volte… Insomma, il “dopo tutto questo” dovrebbe essere un “prima di tutto”, solo che non è così. Questo è il problema.

Questo è il mio problema. Perché la protagonista di questa fiaba sono io. Un bel giorno mi sono risvegliata (senza bacio di principe) e mi sono accorta che ciò che facevo non era ciò che volevo fare; la mia attività professionale, iniziata quando non avevo altre prospettive, era diventata la mia gabbietta, neanche tanto dorata, e le acque popolate di squali in cui dovevo nuotare rischiavano di sopraffarmi.

Come uscirne?

La situazione era la seguente: la mia priorità erano i miei bambini (Stefano di 5 anni ed Elisa di pochi mesi), il mio sogno la scrittura, la mia passione i bambini e l’educazione, il mio mestiere una professione troppo lontana da tutto questo. Mi è successo quello che mi accade ogni volta che mi sento stringere in una morsa poco piacevole: ho iniziato a divincolarmi per uscirne.

Urgeva una svolta, e l’unica persona in grado di metterla in atto ero io, niente maghi né fate madrine. Con un pizzico di fiducia e di ottimismo. E così, visto che volevo scrivere e ritagliarmi uno spazio sul web, ho avviato il mio primo blog, Libri e Sorrisi (che state guardando in questo momento 🙂 ), con l’idea di affidare alle pagine virtuali il mio mondo segreto, quello fatto di libri, di fogli fitti di frasi, di piccole soddisfazioni, di fiabe,… e di tempo da dedicare ai miei bimbi.

Ma come fare a “monetizzare” tutto questo? Eh già, perché la lampada di Aladino non l’ho ancora trovata…

Avete presente quella corrente di pensiero che esiste da sempre, ma di cui si fa un gran parlare in questo periodo? Ma sì, quella che dice che quando si desidera ardentemente quialcosa l’Universo si mobilita per offrirci i mezzi ideali e gli strumenti adatti a perseguire l’obiettivo. Io ci credo, ci credo eccome!

Mi è capitato di incrociare la mia strada con una persona molto speciale, il “guru” dell’infomarketing in Italia, il precursore di ogni info-business: Italo Cillo. Esperto peraltro di meditazione, il che in un certo senso lo rende idealmente… il mio genio!
Ebbene, il mezzo si è palesato sullo schermo del mio computer, e ho deciso di afferrare al volo quest’opportunità: imparare che cos’è l’infomarketing, come funziona, come si gestisce. Trasformare quindi le mie passioni in un’attività reale. Questa è stata la decisione che ha dato una svolta alla mia vita, che mi ha permesso di aprire la gabbietta e scappare via. O quantomento di vedere un futuro alternativo, che tenesse conto di tutte le mie esigenze, prima fra tutte il riuscire ad occuparmi dei miei bambini. Ho deciso di vivere di passione: libri, scrittura, fiabe.

Morale della fiaba?
Scegliete dove volete andare, decidete come volete essere, e tendete a questo risultato con tutte le vostre forze.

Con un sorriso

Antonella Arietano

Tags: ,

2 Responses to “ Quelle decisioni che cambiano la vita ”

  1. Giovanni says:

    Ciao Antonella, hai fatto la scelta giusta, vivere di passione solo questo fa la differenza in tutte le cose.
    Continua così.

    in bocca al lupo

    PS io ho abbozzato una storiella con un segreto….che si svelerà alla fine del racconto.
    questo segreto sta rinchiuso nel cuore dei bambini.
    La storia del Magoprincipe

  2. Antonella says:

    Ciao Giovanni!
    Sì, col passare del tempo mi rendo conto di aver imboccato la strada giusta. Con il sostegno di persone come te non si può dubitare! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *