“Incontro sulla neve”, Ethan Day

Titolo: Incontro sulla neve
Autore: Ethan Day
Serie: Summit City #1
Editore: Triskell Edizioni
Collana: Rainbow
Genere: contemporaneo / MM
Formato: ebook
ISBN: 978-88-9312-189-7
Anno: 2017
Pagine: 101 circa
Prezzo: 3,99 €
Link all’acquisto

Nuova, frizzante uscita per Triskell Rainbow!

Boone Daniels si ritrova in uno chalet accogliente e lussuoso per una vacanza sulla neve, con tanto di abbigliamento e attrezzatura da sci nuovi di zecca. Peccato che sia rimasto da solo, perché il suo compagno, Phillip, lo ha lasciato proprio in questa occasione, anzi gli ha offerto la settimana bianca per poter approfittare della sua assenza e svuotare l’appartamento dei suoi effetti personali.

Boone non avrebbe mai immaginato che una serata in un bar, che doveva essere soprattutto un diversivo per non restare da solo, lo avrebbe portato a ubriacarsi a causa di un Irish Coffee per poi risvegliarsi la mattina dopo nel letto di un affascinante sconosciuto. L’uomo se la svigna alla chetichella, ma non sa che prima di quanto possa pensare finirà per incrociare nuovamente il bel seduttore, Wade Walker.

Una lettura frizzante e divertente! Devo ammettere che per le prime pagine sono rimasta un po’ spiazzata, perché l’aspetto erotico sembrava predominante e ho temuto di non trovare altro, ma poi la vicenda ha iniziato a delinearsi in maniera molto gradevole, quindi il romanzo ha assunto un ritmo trascinante.

La trama è piuttosto semplice, lo stile non è particolarmente ricercato ma scorre bene. A farla da padrone sono i due protagonisti, che vengono delineati in modo decisamente brillante e ricco di particolari, sia fisici sia psicologici. Le loro vicende personali, antecedenti alla vicenda, emergono in modo delicato e sempre funzionale all’intreccio.
Boone è un uomo irriverente e a tratti incontenibile, è un personaggio che ho amato molto per quella vena originale e lievemente logorroica che lo contraddistingue; Wade si presenta inizialmente come un uomo superficiale e poco gentile, salvo poi rivelarsi estremamente sensibile e capace di piccole e grandi delicatezze. Una coppia spumeggiante, che fa scintille, e non solo sotto le lenzuola!

Sono interessanti anche i personaggi di contorno, che l’autore ha curato con impegno. La sorella di Wade, ad esempio, riesce a esprimere in poche pagine il suo carattere energico e dirompente; il quartetto di anziane signore che ha molto a cuore il benessere di Walker non compare mai in primo piano, nonostante questo lo scrittore ci permette di conoscere questa temibile combriccola attraverso i racconti dello stesso Wade, regalandoci un ritratto pittoresco che sembra uscito da un romanzo di Jane Austen.

Le ambientazioni sono descritte in maniera breve ed efficace, tale da permettere al lettore di immaginare i luoghi come se stesse guardando un film. Personalmente ho apprezzato molto la descrizione degli interni, soprattutto della casa di Wade: pareti e pavimenti in legno, un grande camino, finestra panoramica,… Ce n’è abbastanza per farmi desiderare di essere lì! Si tratta di immagini fortemente calde ed evocative, oserei dire rilassanti. La città di Summit City sembra uscita da un telefilm degli anni Sessanta: tutti si conoscono, tutti si preoccupano di tutti, i locali sono accoglienti e si respira aria di comunità nel senso migliore del termine.

Un romanzo che si legge volentieri, quasi tutto d’un fiato, ideale per regalarsi momenti di piacevole relax in compagnia di un buon caffè, meglio se Irish! 😉
Nasce spontanea la curiosità di leggere il secondo volume di questa serie, non appena sarà disponibile, per ritrovare Wade e Boone e scoprire che cosa il destino avrà in serbo per loro.

Con un sorriso,
Antonella Arieano