Gli immortali amori letterari

Gli amori nati tra le pagine di un libro vivono per sempre, ogni autore o autrice lo sa bene. Forse per questo si scrive d’amore. Se è vero che la persona amata da uno scrittore o scrittrice comparirà in tutte le sue opere, è facile immaginare quanto egli o ella tenga a fissare il suo sentimento in un imprecisato “per sempre”.

Ho le mie coppie letterarie favorite, naturalmente, credo che tutti i lettori le abbiano. Coppie nate per caso, che si sono trovate subito o che si sono girate intorno per un po’, che hanno più o meno sofferto in nome di Cupido.

Coppia #1 Elizabeth Bennet & Mr. Darcy
Jane Austen, “Orgoglio e pregiudizio”

Quando si sono visti la prima volta non si sono presi per niente! L’amore è sbocciato poco a poco, inizialmente vissuto soprattutto come una condanna da parte di Mr. Darcy, che vedeva quanto inappropriata fosse quell’unione per questioni di classe sociale. Sperando di trovare sollievo alle sue pene Darcy si dichiara… e becca un due di picche! Lo salverà il  suo animo profondamente cavalleresco e cortese, poiché le sue azioni successive, compiute per amore di Elizabeth, faranno sì che la giovane riesca ad aprire il cuore al sentimento.

Adoro questo romanzo, l’avrò letto almeno tre volte, ed è difficilissimo che io rilegga un libro anche solo una volta. La Austen possiede uno sguardo brillante e romantico, capace di trasformare ogni storia d’amore in un piccolo capolavoro.

Coppia #2 Belle e la Bestia
Madame Leprince de Beaumont

Questa coppia ha ispirato numerosi romanzi, film e serie tv. Diciamolo: l’idea di una splendida fanciulla che riesca ad innamorarsi di un essere orrendo in virtù della bellezza del suo cuore piace un po’ a tutti! La rivalsa della Bestia che muta in principe fa ancora battere il cuore di molte signore… 😉

Questa fiaba famosissima, che è stata rivisitata in molte versioni, ha corso attraverso i secoli portando con sé un messaggio di speranza per tutti gli innamorati non ricambiati. Tutti coloro che amano non riamati aspettano ciò la Bestia ottiene: lo sguardo appassionato dell’oggetto dei propri sogni. Dai salotti del 1700 a oggi, pare non sia cambiato poi granché.

Coppia#3 Romeo e Giulietta
William Shakespeare, “Romeo e Giulietta”

La coppia sfortunata per eccellenza. Ho sempre trovato terribile il fatto che Giulietta si risvegli poco dopo che Romeo ha bevuto il veleno, troppo tardi per dare loro un futuro. Questa coppia aiuta a tenere ben presente l’aspetto distruttivo dell’amore: anche quando è dolce, romantico e vissuto con tutta l’anima può tramutarsi in una trappola mortale, laddove per “mortale” non intendo solo la morte del corpo. Si può morire anche dentro, un po’ per volta, o si possono perdere intere parti di se stessi.

Shakespeare doveva averlo provato, altrimenti non sarebbe riuscito a renderlo così vero.

Coppia # Harry Potter e Ginny Weasley
J. K. Rowling

Infantile? No, non credo! Ginny si è innamorata di Harry sin dalla prima volta che lo ha visto, ma dal momento che lui non la guardava neanche ha saputo aspettare, in virtù di quella pazienza che accomuna artisti e innamorati. L’attesa è stata ben ripagata, anche se i due giovani hanno rischiato di essere separati da eventi ben più grandi di loro. Hanno saputo farvi fronte e sono riusciti a costruirsi un futuro insieme. La trovo una storia d’amore bellissima nonostante riguardi due adolescenti, perché l’amore non ha età, e non lo dico tanto per dire. È vero! Chiedete a una qualunque persona del suo primo amore e vi risponderà senza esitazioni ritornando con la mente alla ragazzina coi boccoli o al ragazzino del primo banco… 😉

Di particolarmente bello in questa storia c’è il personaggio di Ginny: da ragazzina timida e introversa a giovane donna forte e determinata. Una bella evoluzione che la Rowling ha saputo curare con amore.

Coppia # Eilin e Galvan
Antonella Arietano, “Cuore”

Sì, hai letto bene: sono personaggi miei, compaiono nel racconto fantasy “Cuore” edito da Triskell Edizioni, disponibile per il download gratuito.

Eilin è una fata, Galvan un umano, e quando si innamorano perdutamente l’uno dell’altra sanno che stare insieme sarà impossibile. Intraprendono un lungo percorso attraverso i secoli, braccati dalla perfida fata Rawenna che ambisce al cuore di Galvan per accrescere i suoi poteri.

La storia d’amore tra Galvan e Eilin, è il caso di dirlo, mi sta molto a cuore. Mi è sempre piaciuta l’idea di quegli amori che viaggiano nel tempo, che crescono nutrendosi di se stessi nonostante a volte diventino disperati. La tenacia di questi due amanti si contrappone alla malvagità della loro persecutrice e non può che vincere. Ma non ti svelo troppo, casomai volessi leggerlo… 😉

Cerchiamo sempre l’amore tutto intorno a noi. A volte lo facciamo nelle pagine di un libro.

Con un sorriso
Antonella Arietano