“Io prima di te”, Jojo Moyes

Io_prima_di_teTitolo: Io prima di te
Autore: Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Collana: Numeri Primi
Genere: romanzo
Formato: brossura
ISBN: 978-8866210818
Anno: 2014
Pagine: 391
Lo trovi su Amazon

Un romanzo semplicemente bellissimo.
La Moyes è riuscita a conquistare la mia totale attenzione sin dalle prime pagine. La storia avvince e i personaggi entrano nel cuore del lettore, così ben definiti e reali. Indubbiamente il tema affrontato dalla scrittrice è piuttosto scottante e non esente da polemiche, ma trovo che lei abbia saputo gestirlo in modo delicato e ben ponderato. Non era certo un compito facile.

Louisa Clark è rimasta senza lavoro, dal momento che il pub presso cui lavorava da anni ha deciso di chiudere i battenti. Non ha alcun tipo di formazione, la sua famiglia in compenso ha un disperato bisogno del suo stipendio per sbarcare il lunario, a maggior ragione adesso che lo spettro della disoccupazione minaccia anche suo padre. L’unica soluzione sembra essere un impiego in qualità di assistente per un giovane tetraplegico trentacinquenne, Will Traynor. Il lavoro è molto ben pagato e durerà solo sei mesi. Louisa, seppure titubante, non può che accettare.

Will si rivela da subito un tipo difficile. Ha un carattere forte e determinato, ed è quasi sempre di cattivo umore. La madre, Camilla Traynor, spiega a Louisa che il suo compito non sarà tanto quello di garantirgli assistenza medica, dato che a questo scopo è già stato assunto un infermiere diplomato, bensì risollevargli il morale e farlo stare bene. L’impresa sembra da subito disperata: Will sembra intenzionato a metterla in difficoltà, trattandola più che altro come una seccatura.

La svolta arriva quando Louisa scopre il motivo per cui il suo contratto ha una durata di soli sei mesi: è questo il tempo concesso da Will ai suoi genitori prima di ricorrere al suicidio assistito per porre fine a una vita che ormai considera priva di senso. Will era un uomo atletico, pieno di iniziative, desideroso di avventura; la sua realtà dopo l’incidente che lo ha inchiodato sulla sedia a rotelle è troppo distante, praticamente inaccettabile. Sua madre spera ardentemente che Louisa abbia il potere di fargli cambiare idea.

Louisa si aggrappa disperatamente al raggiungimento del suo obiettivo: impedire a Will di andare fino in fondo. Nel frattempo anche Will avrà un suo obiettivo: mostrare a Louisa le sue potenzialità e insegnarle a vivere davvero la sua vita.

Ho amato questo romanzo. L’ho centellinato, pagina dopo pagina, bilanciando la voglia di leggere oltre, di scoprire che cosa sarebbe accaduto con il desiderio di non arrivare troppo presto all’ultima frase. La trama è ben strutturata, i tempi narrativi sono  ritmati nel modo giusto e contribuiscono a mantenere il lettore sempre attento e partecipe. Come dicevo il tema non è esattamente leggero, anche se rimane sempre molto attuale, ma si riesce a non rimanere troppo focalizzati su di esso perdendo così la bellezza del racconto.

Una buona valutazione va anche ai personaggi, soprattutto quelli principali: ben definiti, psicologicamente delineati, ognuno con le proprie peculiarità capaci di renderli così veri. Davvero una bella prova della Moyes.

Non ho letto altri libri di quest’autrice, almeno finora. Sono indecisa se tentarne uno nuovo nel timore di non ritrovare le stesse emozioni di “Io prima di te”. Perché sì, questo romanzo mi ha emozionata molto. Lasciare un libro capace di avvincere così tanto è sempre difficile.

Posso dire che affrontare attraverso le pagine della Moyes il tema scottante del suicidio assistito mi ha portata a considerare la questione da altri punti di vista, rendendo perciò il mio quadro più completo. Non starò a definire nel dettaglio quale sia il mio pensiero al riguardo, trovo solo rilevante il fatto che un libro ben scritto, capace di toccare un argomento in modo così attento ed efficace, possa contribuire in maniera significativa a formare un’opinione.

Una lettura senz’altro consigliata, commovente e delicata. Da non perdere.

Antonella Arietano

 

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *