“Innamorarsi. Istruzioni per l’uso”, Cecelia Ahern

InnamorarsiTitolo: Innamorarsi. Istruzioni per l’uso
Autore: Cecelia Ahern
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli Best
Genere: romanzo
Formato: Copertina rigida con sovraccoperta
ISBN: 978-8817074223
Anno: 2015
Pagine: 358
Lo trovi su Amazon

Cecelia Ahern è una delle mie scrittrici preferite. I suoi romanzi sono freschi e scorrevoli, oltre che ben scritti, e le trame non risultano mai scontate. Qualche volta inserisce nelle sue storie un elemento quasi paranormale, o magico, e questo non fa che rendere i suoi lavori ancora più accattivanti. Inoltre, cosa che personalmente mi piace molto, l’ambientazione da lei preferita è la città di Dublino, e io adoro l’Irlanda!

Questo romanzo racconta la storia di Christine, assidua lettrice di manuali di auto-aiuto, in procinto di divorziare e di ricostruire la sua vita, nonché per due volte coinvolta in un tentativo di suicidio ad opera di due uomini molto diversi tra loro, ma entrambi disperati. Mentre il primo caso non si è risolto come avrebbe sperato, scatenando in lei il senso di colpa, per il secondo pare esserci speranza. La ragazza, infatti, riesce a concludere un patto con Adam, l’aspirante suicida: entro il suo prossimo compleanno riuscirà a convincerlo di quanto possa essere bella la vita. Facile? Per niente, considerato che ha a disposizione solo due settimane e che la vita di Adam sembra essere davvero complicata e piena di problemi insormontabili.

Una storia davvero piacevole, come dicevo, e naturalmente ben scritta e non impegnativa. La Ahern riesce ancora una volta a coinvolgere il lettore con semplicità e sentimento, presentando peraltro personaggi ben strutturati, che si tratti di quelli principali o di contorno. Tutte le figure che compaiono in questo libro hanno qualcosa da dire, tutte presentano peculiarità e tratti originali, talvolta accattivanti, talaltra esasperati al punto da risultare fortemente ironici o divertenti. Un punto a favore di questa autrice, considerando quanto possa essere difficile trovare personaggi secondari apprezzabili. L’unico che non ho particolarmente apprezzato è stata la sorella di Adam, Lavinia, che ho ritenuto troppo sbilanciata nel suo ruolo di cattiva della situazione, e forse, considerato il suo ruolo nella trama, avrebbe dovuto essere curata maggiormente e avrebbe potuto trovare più spazio nel corso della narrazione, soprattutto per quanto riguarda i capitoli conclusivi.

Ammetto che alcuni aspetti del romanzo potrebbero risultare un po’ prevedibili e che la chiusura della vicenda è un po’ frettolosa, ma nulla di tutto questo può inficiare la qualità del libro. Mi è rimasto il piccolo dubbio che l’amore tra i protagonisti possa non essere particolarmente sano, per il fatto che Adam si appoggia moltissimo a Christine, fino a creare una vera e propria dipendenza, almeno per certi versi; tuttavia si tratta senz’altro di una delle mille sfaccettature possibili dell’amore, senza contare che di storie nate per caso, tra gli scaffali di una libreria o le corsie di un ospedale, siamo anche sazi. Ben venga dunque una novità, anche se estrema.

“Innamorarsi. Istruzioni per l’uso” è un romanzo che scalda e coccola, magari con l’aiuto di una coperta e di un buon caffè. Buona lettura! 😉

Antonella Arietano