Una sera a Parigi, Nicolas Barreau

Una_sera_a_ParigiTitolo: Una sera a Parigi
Autore: Nicolas Barreau
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Genere: romanzo
Formato: Copertina flessibile
ISBN: 978-8807030611
Anno: 2013
Pagine: 251
Lo trovi su Amazon

Alain Bonnard è il giovane proprietario di un piccolo cinema d’éssai nella splendida città di Parigi, il Cinema Paradis. L’ha acquistato dal vecchio zio Bernard, il quale gli ha trasmesso sin da bambino la passione per i vecchi film, che lui ripropone all’interno di studiate rassegne cinematografiche. I suoi genitori pensano che abbia fatto una follia, abbandonando il suo lavoro ben retribuito nell’esportazione di vasche da bagno e accessori di lusso, ma lui la pensa diversamente: è felice così, Alain.

Gli spettatori del cinema sono più o meno sempre gli stessi, Alain li conosce tutti di vista. La sua attenzione però è stata da tempo attirata dalla giovane ragazza col cappotto rosso, che siede sempre nella fila 17. Una sera si fa coraggio e le chiede di tenergli compagnia per un caffè. La giovane, di nome Mélanie, accetta entusiasta.
Una serata fantastica, un bacio appassionato e la promessa di rivedersi al rientro della giovane da una visita di una settimana presso una zia in Bretagna. Alain è al settimo cielo, non può credere a tanta fortuna: si è innamorato, ricambiato, di una donna favolosa! Le cose sembrano andare anche meglio in seguito all’incontro col famoso regista Allan Wood, accompagnato dalla bella attrice francese Solène Avril, che desidera girare all’interno del Cinema Paradis alcune scene del suo prossimo film. Alain è davvero felice: tanta pubblicità non potrà che fare un gran bene al suo piccolo cinema!

Le cose però precipitano in un attimo, perché inspiegabilmente Mélanie non si presenta all’appuntamento fissato per la settimana seguente. Alain rimane molto male, senza contare che non sa nemmeno quale sia il suo cognome: come ritrovare la donna che gli ha rubato il cuore?

“Una sera a Parigi” è un romanzo piacevole, capace di evocare l’atmosfera di Parigi in modo vivace ed emozionante. La storia è davvero carina e la trama è ben tratteggiata, frizzante e mai scontata, scorre piacevolmente dall’inizio alla fine senza intoppi né momenti di noia. I personaggi sono molto ben caratterizzati, specialmente Alain Bonnard e il suo buon amico astrofisico Robert, cinico e pragmatico almeno tanto quanto Alain è nostalgico e sognatore.

Si tratta in generale di un buon libro, si legge davvero volentieri. Se poi come me ami Parigi, non potrai non rimanere incantato dalle descrizioni della città, che peraltro non sono mai noiose o scontate, credimi! Parigi prende vita in modo incantevole attraverso la penna di Nicolas Barreau, capace di tratteggiare luoghi e atmosfere in maniera delicata e poetica, accattivante e mai scontata.

Una lettura che certamente mi sento di consigliare, proprio perché è riuscita a mantenere viva la mia attenzione dall’inizio alla fine, ed è riuscita a stupirmi fino alle ultime pagine.

Con un sorriso
Antonella Arietano